Il piano strategico di un territorio, il tentativo di andare incontro alla soddisfazione delle esigenze emergenti e preesistenti, attraverso una programmazione delle azioni da mettere in atto sia da
parte delle istituzioni che dalla società civile, deve tenere conto di tre momenti fondamentali:
1) Il primo aspetto fondamentale sono le dimensioni. Le dinamiche di crescita e di mutamento di un territorio seguono generalmente più logiche, che possono essere legate al commercio, alle linee di trasporto urbano ed extraurbano, alle attività finanziarie e del terziario in genere. Solo in piccola parte la popolazione influenza la morfologia centrata su altri poli di interesse. Il piccolo medio centro urbano è invece generalmente più soggetto al mutamento direttamente in relazione alla popolazione, alle migrazioni ed emigrazioni. In questo senso, quindi, lo studio urbanistico va sviluppato attentamente in relazione a quegli elementi che maggiormente ne determinano il mutamento.
2) Il secondo aspetto fondamentale è la composizione della popolazione e tutte quelle caratteristiche che aiutano a costruire un quadro degli abitanti di una città: ovvero dai dati puramente anagrafici, alla composizione professionale, le classi di reddito, il comportamento elettorale, i gruppi di appartenenza culturale, i tipi di nuclei familiari, il livello di istruzione, fino ad arrivare alle caratteristiche di mobilità, dunque ad un quadro dell’immigrazione ed emigrazione.
3) Il terzo aspetto tiene conto delle istituzioni che operano sul territorio, della distribuzione dei servizi, della qualità dei servizi in relazione alle esigenze avanzate dai cittadini, da una parte; dall’altra deve mettere in dialogo le richieste dei cittadini in base alle realtà emergenti sul territorio, in base alla praticabilità della partecipazione attiva, assumendo la forma di co-costruzione della qualità abitativa e culturale in collaborazione con gli enti amministrativi preposti e le decisioni della classe politica.
Questi tre momenti fondamentali sono tra loro chiaramente interrelati e non sono facilmente separabili.