OSPEDALE DI MATERA – CIFARELLI E BRAIA: L’ATAVICA MANCANZA DI PERSONALE NON PUO’ ESSERE IL PRETESTO PER ACCORPARE O CHIUDERE REPARTI

“E’ di queste ore la notizia che al P.O. Madonna delle Grazie di Matera hanno accorpato/ridimensionato interi reparti. Non comprendiamo – commentano i Consiglieri regionali del Partito Democratico Roberto Cifarelli e di Avanti Basilicata Luca Braia – come sia stato possibile che gli atavici problemi di carenza di personale, proprio nel 2019, non siano più governati adeguatamente tanto da pervenire semplicisticamente agli accorpamenti dei reparti.

In passato pur in presenza degli stessi problemi mai era accaduto che si arrivasse a tanto ovvero all’ accorpamento dei reparti di Medicina – Geriatria – Neurologia o l’ipotesi, evitata grazie al nostro energico intervento, della chiusura del reparto di Psichiatria di Matera.


Si stanno verificando circostanze di cui ancora non abbiamo avuto modo di capire la vera provenienza, peraltro in coincidenza di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, continuano gli esponenti del PD e di Avanti Basilicata: quello a cui assistiamo è che tutto quello che sta accadendo determina un oggettivo screditamento dei presidi ospedalieri materani con una incentivazione alla migrazione sanitaria.
Se il problema dei problemi rimane quello del personale, proseguono Cifarelli e Braia, quale effetto ha prodotto la comunicazione dell’Assessore Leone nei confronti dei D.G. di procedere con le nuove assunzioni? A quanto pare si è trattato di un semplice spot privo di base giuridico-amministrativa.


Di fronte a tutto questo assistiamo ad una nuova governance che interpreta il proprio ruolo come mero esercizio burocratico, quando non vessatorio del personale, senza alcuna attività programmatoria per la soluzione dei problemi.


A questo non ci abitueremo, e faremo di tutto perché – sottolineano Cifarelli e Braia– l’unica soluzione prospettata non sia quella dell’accorpamento o la chiusura dei reparti dell’Ospedale di Matera, di Policoro o di qualunque altra struttura territoriale.


Ci attiveremo, concludono i due Consiglieri del PD e di Avanti Basilicata, affinché venga nuovamente convocata la conferenza dei Sindaci in modo da poter capire una volta per tutte l’entità dei problemi inerenti il personale e chiederemo all’Assessore Leone, al di là di sterili audizioni in Commissione, di relazionare nel Consiglio regionale del prossimo 30 luglio, in occasione della discussione sulla mozione relativa ai budget assunzionali, come intende realmente affrontare la questione affinché atti come quelli a cui stiamo assistendo non vengano a riproporsi. In estate, come in ogni altro giorno dell’anno, il diritto alla salute non va in vacanza, e pertanto qualità e quantità dei servizi sanitari devono essere sempre garantiti”.