Emergenza acqua, Lacorazza: certezza e responsabilità

“Inaccettabili le modalità e i toni utilizzati da alcuni esponenti della destra, ma siamo di fronte ad una questione assai delicata, che chiede di costruire in tempi brevissimi una forza d’urto per dare risposte adeguate”

“Fermo restando che sono inaccettabili le modalità e i toni utilizzati da alcuni esponenti della destra nei confronti del presidente della Regione, perché ci si può combattere anche in maniera aspra sul piano delle idee ma la civiltà nel confronto è sempre la prima regola per una buona politica, l’ennesimo divieto all’utilizzo dell’acqua per usi potabili in alcuni Comuni del Metapontino ci dice che siamo di fronte ad una questione assai delicata che, oltre ad alimentare i disagi e le legittime preoccupazioni dei cittadini per la salute pubblica, rischia davvero di far saltare la stazione turistica e con essa gli sforzi di tanti operatori.

E se da un lato non può essere il clima di una continua campagna elettorale a guidare il confronto su questa emergenza, dall’altro va detto con chiarezza che le istituzioni interessate, a partire dalla Regione, devono costruire in tempi brevissimi una forza d’urto per dare certezza alle scelte che si compiono e alle responsabilità che ognuno deve assumere”. E’ quanto ha dichiarato il consigliere regionale del Pd Piero Lacorazza, precisando che questi temi sono stati al centro dei confronto avuto nei giorni scorsi nel Metapontino nell'ambito delle iniziative denominate “BasilicataPrima”.