Taglio boschi, Robortella: una legge per gestire le istanze

Per il consigliere regionale del Partito democratico la norma, approvata in Consiglio regionale, consente di proseguire le attività legate alla gestione delle richieste già pervenute, colmando un vuoto normativo senza alcun aggravio di costi a carico dell’Ente regione in attesa della riforma del comparto.

“La proposta di legge sulla disciplina del taglio dei boschi approvata oggi in Consiglio regionale e diventata legge regionale nasce per dare la possibilità alle imprese boschive, intese come attività produttive e come singoli cittadini, di avere una risposta per quanto riguarda le istanze per il taglio dei boschi presentate al 31 dicembre scorso”.  Lo dichiara il consigliere regionale del Partito democratico, Vincenzo Robortella, in merito all’approvazione di una proposta di legge a sua firma dal titolo Disposizioni in materia di scadenza di termini legislativi e nei vari settori di intervento della Regione Basilicata.

“Nello specifico – prosegue Robortella – la nuova norma risulta necessaria per colmare un vuoto normativo nel passaggio di competenze tra Aree programma e Regione Basilicata, prevedendo l’impiego di personale già in posizione di distacco e, quindi, senza alcun aggravio a carico delle finanze regionali. Una legge che consente di proseguire le attività per quanto riguarda la gestione delle istanze già pervenute e che garantisce una copertura normativa specifica nel lasso di tempo necessario per arrivare alla riorganizzazione di questo comparto”.  
“Parliamo – dice ancora il consigliere – di uno dei settori che ha maggiore rilevanza per una regione come la Basilicata, ricca, tra l’altro, di riserve boschive di gran valore per estensione e qualità. La norma in questione fornisce una risposta tempestiva alle imprese del settore, evitando che possano subire alcuna penalizzazione dalla mancata gestione delle istanze già presentate in questa fase di profonda e complessa riorganizzazione che mira al raggiungimento di una gestione delle istanze resa più semplice e più funzionale nell’ottica della produttività e della valorizzazione dei nostri territori”.