Braia: strade rurali, al via i 30 progetti dei comuni materani

AGR “Oltre 800 le aziende che, nel territorio materano, beneficeranno concretamente di nuova accessibilità o del completamento dei progetti delle opere di collegamento necessarie ad agricoltori e allevatori, soprattutto nelle aree interne, per lo sviluppo del comparto e il rilancio dell’economia rurale nei territori.”
Lo ha dichiarato l’Assessore alle Politiche Agricole e Forestali, Luca Braia intervenendo all’incontro svoltosi presso la Provincia di Matera con gli amministratori interessati a cui hanno partecipato anche Francesco Pesce Direttore generale del Dipartimento alle politiche agricole e forestali, Antonio Soldo, Dirigente Ufficio Sostegno alle Imprese Agricole e alle infrastrutture rurali e il presidente della Provincia di Matera Francesco De Giacomo.

Santarsiero: Per governare non servono muscoli ma teste

Per il presidente del Consiglio regionale “con il comportamento messo in campo l’Italia si sta ponendo contro tutto e tutti, contro il Mediterraneo e contro l’Europa”

ACR “Ho sempre creduto che la naturale espansione dell’Unione europea fosse il bacino del Mediterraneo e che l’Italia ne fosse il ponte naturale per omogeneità storica, culturale e geografica. Guardare al Mediterraneo significa inoltre per il nostro Paese, e soprattutto per il Sud, guardare ad un mercato con il quale già oggi si intrattengono significativi rapporti commerciali e che sempre più rappresenta il nostro futuro in termini di relazioni per lo sviluppo”.

Braia: Fagiolo di Sarconi Igp, verso microfiliera commerciale

AGR “Lavorare per organizzare una maggiore sinergia tra le aziende produttrici di Fagioli di Sarconi Igp per formare un consorzio commerciale e prepararsi a realizzare anche una microfiliera che consenta di ridurre i costi di produzione della raccolta, della selezione e della commercializzazione. Ecco perché ritengo importante invitare tutti i produttori della zona areale, che comprende ben 11 comuni, ad aderire al Consorzio di tutela dell’Igp”.
Lo comunica l’assessore alle Politiche Agricole e Forestali della Regione Basilicata, Luca Braia.

Legge elettorale, Santarsiero: Una legislatura costituente

Per il presidente del Consiglio "l’approvazione è il completamento naturale di un percorso di cambiamento e innovazione del nostro impalcato istituzionale che aveva avuto un primo momento significativo con l' approvazione del nuovo Statuto regionale”

ACR “L’approvazione della legge elettorale rappresenta il completamento naturale di un percorso di cambiamento e innovazione del nostro impalcato istituzionale che aveva avuto un primo momento significativo nella approvazione del nuovo Statuto regionale”.Così il presidente del Consiglio regionale Vito Santarsiero commenta l’approvazione della proposta di legge sul “Sistema di elezione del presidente della Giunta e dei consiglieri regionali”.

Braia: Abolito listino e introdotta doppia preferenza di genere

Stop ai nominati e finalmente attivati strumenti per agevolare l’ingresso delle donne in consiglio. Ampliamento della partecipazione democratica. Cambiamento in atto.

BAS Ecco i pilastri della nuova legge elettorale che fanno diventare questa legislatura costituente. Nel momento più difficile, il partito democratico e la maggioranza si compattano e con coraggio e determinazione lanciano la sfida del cambiamento reale.Inizia una nuova fase per la nostra Basilicata, che finalmente si rimette in sintonia con la società italiana e lucana che chiede sempre più efficienza, più partecipazione diretta, più sobrietà, più modernità.
Lo comunica l’Assessore alle Politiche agricole e forestali, Luca Braia.

Piano periferie, Robortella: al via la svendita della Basilicata

Per il consigliere regionale del Partito democratico è partito ufficialmente il progetto leghista per distruggere il Mezzogiorno, con il benestare dei vertici del Movimento cinque stelle

“Con un emendamento nascosto nel decreto Milleproroghe agostano, il governo targato Lega e Cinque stelle ha sottratto oltre trenta milioni di euro per progetti di riqualificazione dei Comuni di Potenza e Matera, congelando queste somme fino al 2020 in attesa di verificare, al momento opportuno, se acconsentire, con il benestare del nuovo governo, alla realizzazione di progetti già in fase operativa”.