Per il consigliere regionale del Pd "con il documento licenziato nelle Commissioni competenti si definisce la disciplina per il riparto del fondo, poco meno di 4 milioni di euro, da destinare a sviluppo, innovazione e occupazione"

(ACR) - “E’ assolutamente positivo per le imprese cooperative la definizione delle modalità di attuazione dell’apposito fondo regionale, istituito con la legge 12 del 2015, perché viene a delinearsi uno strumento importante per garantire la ristrutturazione economica delle cooperative lucane”.

E’ quanto dichiara il consigliere regionale del Partito democratico e presidente della III commissione consiliare, Vincenzo Robortella, in merito al provvedimento licenziato con parere positivo all’unanimità dalle commissioni III e IV in seduta congiunta e che ora deve essere approvato dalla Giunta.

“Mi unisco al dolore dei socialisti lucani e di tutti coloro che hanno avuto la gioia di conoscere Tonino D’Urso e di apprezzarne la coerenza politica, il rigore morale, la competenza professionale e la statura umana. Uomo buono e dolcissimo, socialista indomito Tonino è nei cuori di tutti noi”. Così il senatore del Partito democratico, il lucano, Gianni Pittella.

 

“Con la nuova legge regionale in materia di gestione dei cinghiali, approvata nell’ultima seduta del Consiglio regionale, la Basilicata si è dotata di uno strumento normativo che detta una disciplina triennale, quindi eccezionale, per trovare una soluzione definitiva al problema dell’aumento incontrollato ed esponenziale di questa specie”.


Lo dichiara il consigliere regionale del Partito democratico, Vincenzo Robortella, in merito all’approvazione della legge regionale sulle “Misure straordinarie per contrastare l’emergenza cinghiali in Basilicata” di cui è primo firmatario.

“Se l’ondata di maltempo avesse colpito anche la Basilicata ci saremmo trovati oltre al danno anche la beffa di aver da tempo annunciato un piano, fatto una graduatoria, ma senza produrre alcun effetto o avanzamento concreto”

 

“L’assenza del rendiconto di gestione del 2017 e di una variazione di bilancio 2018 che offra riposte certe alle tante esigenze dei lucani è stata una delle motivazioni che mi hanno portato a sospendermi dal gruppo del Pd in Consiglio regionale”.

Pagina 1 di 17

© 2018 Partito Democratico di Basilicata