Gd Basilicata: Concorsi Pubblici "Ma ai giovani ci tenete davvero?"

Ad inizio aprile è stato approvato il D.L. n°44/2021 con il quale si è provato a dare delle soluzioni in particolare sul tema delle Pubbliche Amministrazioni nel tentativo di modificare e innovare le prove concorsuali.


Soluzioni proposte dal Ministro alla Pubblica Amministrazione che però non c’entrano il problema dei concorsi e rischiano di mettere in gioco il futuro delle P.A. ma anche di molti giovani neolaureati che, secondo le nuove disposizioni non potranno superare neanche le prove preselettive.


Per fortuna l’intento del governo era proprio svecchiare le P.A. in favore delle nuove generazioni, soprattutto nel nostro Meridione che potrebbe subire la migrazione anche dei pochi giovani rimasti.


Come è possibile pensare che la valutazione dei titoli sia una certezza di merito e di competenza e ponga nelle condizioni tutti i cittadini di concorrere a pari opportunità per un impiego pubblico?


I rapporti Svimez e dati di altri studi di ricerca mostrano come i numeri sulla disoccupazione giovanile siano in crescita ma questa proposta non solo volta le spalle a dati scientifici e analitici che mostrano il reale quadro del Sud Italia, ma non tengono conto neanche di quel cambio radicale promesso con l’arrivo dei fondi del Next Generation EU che contiene intrinsecamente nel nome l’intento dei fondi che arriveranno.


Noi Gd Basilicata non parliamo per spirito di banale contraddizione, avendo osservato cosa è successo con l’ultimo concorso promosso da ARPAB al cui interno delle graduatorie erano ben visibili nomi noti, nomi di gente facente parte dell’entourage della Giunta regionale e di alcuni consiglieri.


Il concorso ARPAB poteva essere l’occasione per molti ragazzi di non fuggire dalla propria realtà nel quale sono cresciuti o – ancora meglio- di tornarci per rimanere.


Come organizzazione giovanile lavoreremo ad una proposta regionale che sia avanguardia non solo per la nostra terra ma per tutto il Mezzogiorno.


Siamo sicuri che una strada diversa da percorrere esista, ce la faremo!