Muscaridola PD: I finanziamenti per il SUD non si toccano

Il Partito Democratico di Matera esprime preoccupazione e dissenso sulla ipotesi enunciate da alcuni quotidiani secondo le quali per far fronte alla crisi causata dal COVID-19 si potrebbero dirottare i fondi di Sviluppo e Coesione destinati a finanziare le opere nel Sud Italia verso il Nord Italia, Lombardia, Piemonte e Veneto.

Secondo alcuni autorevoli commentatori si tratta di una misura contenuta in una manovra per finanziare la “locomotiva” d’Italia, riducendo così in maniera definitiva il SUD ad una “carrozza” a scartamento ridotto.

Se tale ipotesi denunciata dalla stampa si rivelasse vera saremmo di fronte ad un vero e proprio furto storico ai danni di un SUD che in questa emergenza ha dimostrato, nonostante le ataviche carenze infrastrutturali e di sistema, di saper far fronte con coraggio ai disastri dell’epidemia, contenendo il diffondersi del virus e attenendosi scrupolosamente alle norme varate dal governo nazionale e regionale.

 

Matera, la Città Capitale Europea della Cultura nel 2019, è stata unanimemente riconosciuta come un fulgido esempio di organizzazione, efficienza, serietà, cordialità, ospitalità. Una città che lo stesso Presidente Mattarella non ha esitato a ringraziare nel discorso di fine anno per come ha saputo rappresentare l’Italia in Europa e nel mondo e che non può subire uno scippo di tali proporzioni.

 

MATERA, la Basilicata e il mezzogiorno stanno dimostrando di essere proiettati a costruire il futuro, di non essere assolutamente inferiori culturalmente, professionalmente e sotto l’aspetto imprenditoriale alle popolazioni del nord, come il Feltri di turno vuol fare intendere.

 

Matera è una città che ha proposto un nuovo ed ambizioso disegno strategico, candidando altre iniziative nel campo del turismo e della cultura che la proietteranno nel prossimo decennio come realtà consolidata nel panorama turistico mondiale, anche in un contesto di convivenza con il coronavirus che ha cambiato e cambierà tante cose ma che non potrà mai scalfire la bellezza e la magia della città dei Sassi.

 

Per questi motivi Matera e la Basilicata non possono e non devono fermarsi, devono continuare ad investire portando a compimento i progetti già programmati ed evitando qualunque ipotesi di restituzione dei finanziamenti riconosciuti o in fase di riconoscimento da parte del Governo nazionale. 

Il Partito democratico di Matera invita il Presidente Bardi e il governo regionale ad intervenire su quello nazionale per evitare questo nuovo scippo ai danni della Basilicata e del Mezzogiorno.