“Con la nuova legge regionale in materia di gestione dei cinghiali, approvata nell’ultima seduta del Consiglio regionale, la Basilicata si è dotata di uno strumento normativo che detta una disciplina triennale, quindi eccezionale, per trovare una soluzione definitiva al problema dell’aumento incontrollato ed esponenziale di questa specie”.


Lo dichiara il consigliere regionale del Partito democratico, Vincenzo Robortella, in merito all’approvazione della legge regionale sulle “Misure straordinarie per contrastare l’emergenza cinghiali in Basilicata” di cui è primo firmatario.

“Se l’ondata di maltempo avesse colpito anche la Basilicata ci saremmo trovati oltre al danno anche la beffa di aver da tempo annunciato un piano, fatto una graduatoria, ma senza produrre alcun effetto o avanzamento concreto”

 

“L’assenza del rendiconto di gestione del 2017 e di una variazione di bilancio 2018 che offra riposte certe alle tante esigenze dei lucani è stata una delle motivazioni che mi hanno portato a sospendermi dal gruppo del Pd in Consiglio regionale”.

“Non si comprende quale e se ci sia un piano strategico dell’ente. Ignoriamo quale sia e se ci sia un obiettivo territoriale. Non si conosce quale sia e se ci sia un piano di rilancio. L’unica cosa chiara è che all’Eipli c’è un nuovo commissario scelto dal Governo nazionale senza nessun confronto con gli enti locali”. Così il deputato lucano del Partito democratico della Basilicata, Vito De Filippo sulla nomina di Antonio Altomonte a commissario dell’Ente per lo Sviluppo dell'irrigazione e la trasformazione Fondiaria in Puglia e Lucania.

“La Regione Basilicata ha una nuova legge in materia di decarbonizzazione, un testo che delinea quali indicazioni seguire in nome di quello sviluppo sostenibile che solo può permettere la crescita economica e la salvaguardia dell’ambiente nel quale viviamo”.

Lo dichiarano i consiglieri regionali, Vincenzo Robortella e Piero Lacorazza, e l’assessore alle Attività produttive, Roberto Cifarelli, in merito all’approvazione, in Consiglio regionale, della proposta di legge dal titolo “Decarbonizzazione e politiche regionali sui cambiamenti climatici (Basilicata carbon free).

"Mi hanno insegnato che “le parole si parlano, i silenzi si toccano” e ne ho fatto tesoro. Ho scelto quest’ultimo come doveroso segno di rispetto per la vicenda giudiziaria e la magistratura, per me stesso e i miei cari, per l’istituzione che rappresento e per la regione. Perché la rincorsa all’ultima parola mi é parsa una ingiustizia a cui nessuno dovrebbe prestarsi. Ho vissuto una vicenda difficile e sofferta, umanamente provante, istituzionalmente un impedimento grave non solo per me, ma per i lucani, soggetti ad un’emergenza che mai avrei voluto né tanto meno immaginato.

Pagina 1 di 16

© 2018 Partito Democratico di Basilicata