Polese: “Articolo Uno stia con noi anche a Potenza”

La Direzione nazionale di ieri del Partito democratico ha espresso, approvando le liste per le elezioni Europee, una linea politica netta. Per quello che ci riguarda più da vicino, la lista della Circoscrizione Meridionale appare sufficientemente competitiva e aperta non solo al tradizionale protagonismo del nostro partito, ma anche a quel campo largo indispensabile e necessario per salvare l'Europa dai populismi e dai sovranismi, che ne mettono in discussione la stessa esistenza.

Per quanto riguarda la scelta dei nomi, noi della Basilicata, d’intesa con il Pd nazionale e sentite le componenti locali, abbiamo immaginato di offrire il nostro sostegno alle candidature degli uscenti, che si sono già spesi per la nostra terra, ed al capolista Franco Roberti. La scelta di allargare il nostro sguardo politico alle Europee è in linea con quanto già fatto in Basilicata alle scorse regionali e rappresenta l'inizio di un percorso teso a mettere a sistema tutte le forze progressiste, “da Macron a Tsipras” come ha affermato ieri lo stesso Zingaretti. Non ci sono però solo le Europee all’orizzonte. È evidente che questa impostazione non può essere smentita nelle imminenti elezioni amministrative, in particolare modo nei comuni capoluogo e quindi a Potenza città. Io auspico, in tale ottica, che si possa proseguire quel percorso unitario del centrosinistra lucano, già avviato alle scorse regionali, allargando ancora di più il fronte delle alleanze sia alle forze civiche protagoniste tradizionalmente della storia della città di Potenza e sia ai movimenti di sinistra. Si individui nella maniera più collegiale possibile la figura del candidato sindaco senza alcuna preclusione. Mi auguro, in perfetta serenità, che Articolo Uno sia protagonista con noi della scelta migliore possibile.